Solo a te potrebbe venire in mente di comprare la bambola di Medusa o dell’Orso di segale (una maschera carnevalesca piemontese), magari in versione minimale e kawaii?

E magari sei un’amante delle storie di folclore e mitologia. Ma hai mai provato a leggerle a testa in giù? Ok, ok… non letteralmente (che poi ti va il sangue alla testa) ma se provassimo a ribaltare i punti di vista, magari scopriremmo che Aracne non era così scema, né Dioniso un ubriacone!

Clicca l’immagine per leggere le ultime storie.

Se vuoi entrare in questo insolito mondo artigiantropologico, puoi iscriverti a Rumenta, la newsletter di Babacio oppure seguire lavori e ricerche su Instagram e Youtube.

Ah! E non faccio pupazzetti, sono art toys.

Babacio è artigianato + materie antropologiche = studio, progettazione e confezionamento di pupazzi (pucciosi) che incontrano il meglio dell’antropologia studiata sui banchi universitari.

Oggetti unici e insoliti per personalità forti (o per chi è più brav* a fatti che parole. Ehi, ti capisco: sono piemontese).
Regali (e/o auto-regali) per guardare le cose da un punto di vista diverso.

Mi chiamo Jenny Tourn e Babacio, che in piemontese significa pupazzo, è il mondo che ho creato per far coesistere alcune delle mie passioni: il pallino per l’artigianato, il fatto di essere un topo di biblioteca e il desiderio di rispettare il mondo e le persone.
Ogni pupazzo che realizzo ha un racconto ben preciso, che amo narrare a modo mio, e che puoi leggere nella sezione Storie del sito.

Se invece vuoi cimentarti nella realizzazione dell* tu* beniamin*, ci sono i miei laboratori per adulti e bambini: qui trovi quelli del momento.

Non perdiamoci di vista!